CLASSICO…CHE NOSTALGIA!

lawrence-alma-tadema-springStudio Tablinum: Se dovessimo individuare un pittore che sappia rievocare con grazia malinconica e allo stesso tempo vivida il mondo classico non potremmo che soffermarci sulle opere di Lawrence Alma Tadema.

In esse il profondo legame e il fascino indissolubile nutrito dal pittore inglese per l’archeologia sono indissolubili: Le rovine di Pompei e della Roma imperiale, la suggestione per i fregi classici e le sculture riemerse dalle polveri della Storia, sembrano rievocare i fantasmi di quella che nel nostro immaginario conserva tutto il fascino di un aurea aetas.

This slideshow requires JavaScript.

L’impianto scenografico delle sue opere è quanto di più realistico ci si possa immaginare: anticipatore di un’operazione che ai giorni nostri, che definiremmo di archeologia sperimentale, Tadema frequenta con assiduo interesse i principali resti archeologici dell’età classica: si lascia travolgere dal fascino dei Resti di Pompei e Roma, visita marmi policromi, bronzi, iscrizioni imperiali, decorazioni pavimentali in opus sectile, arazzi, fiori e sculture antiche provenienti dalle diverse culture che lo affascinano (greca, latina, egizia), mirano alla ricostruzione ideale di un passato grandioso e mitico, ma al contempo reso con straordinario realismo dalla massiccia presenza della materia che pervade gli ambienti e li caratterizza.

Nelle sue tele Alma-Tadema narra di scene quotidiane, parate e cerimonie pagane,senza lasciare che la patina del moralismo indebolisca il fascino trasognato delle rappresentazioni, nella maestosità delle forme e nel languore delle atmosfere e delle azioni fa rivivere il passato riuscendo nell’incantesimo di vestire l’antico di moderno ed il moderno d’antico.

Per Saperne di più su Alma Tadema:

Wikipedia

Wikipaintings

Sir Lawrence Alma Tadema. Complete works

Record d’asta

Advertisements