Le Grandi Battaglie della Storia: Gerusalemme

movimenti truppe crociateTablinum: cari lettori questo mese tratteremo la battaglia di Gerusalemme.

Questa battaglia, che in realtà fu un assedio, è stato un capolavoro di ingegneristica, tecniche d’assedio simili non si vedevano più nel bacino del mediterraneo da sei secoli.

Ma come si arrivo a questo feroce assedio?

Nella seconda metà del XI° secolo per rispondere alle richieste d’aiuto e supporto all’impero Bizantino minacciato dalla potenza Ottomana e con la forte motivazione di liberare Gerusalemme, sede del Santo Sepolcro di Cristo, occupata dagli Arabi nel 972 d.c., ma soprattutto per mantenere le vie commerciali aperte con l’oriente si indice in Europa la prima Crociata.

crociati

E’ una guerra di religione benedetta dal Santo Padre, Papa Urbano II, cui inizialmente aderiscono masse disordinate di volontari da tutta Europa. Il Santo Padre promette a tutti i partecipanti l’Indulgenza Plenaria e, soprattutto, la facoltà di riscuotere i tributi spettanti a Santa Romana Chiesa.

Nell’anno 1097 il corpo di spedizione della prima Crociata inizia a prendere forma e a capo di esso il Duca Goffredo di Buglione, che riesce nella titanica impresa logistica di far confluire tutti gli armigeri nei posti convenuti. Fu il primo dei crociati ad arrivare a Costantinopoli ed entrò in conflitto quasi subito con l’imperatore Bizantino Alessio I Comneno, che pretendeva da Goffredo un giuramento di fedeltà all’impero Bizantino.

Goffredo alla fine giurò nel gennaio 1097, imitato da molti altri baroni, garantendo la restituzione all’Impero dei territori strappati dalle proprie truppe ai turchi. Quest’azione assicurò ai crociati l’attraversamento in sicurezza degli stretti passaggi situati dopo Costantinopoli.

arabiDopo diverse conquiste da parte dei crociati fra Siria e Libano, Gerusalemme è raggiunta nel giugno del 1099 d.c. L’accampamento è posto su un terreno arido e soleggiato, dove i pochi pozzi idrici sono stati avvelenati dai difensori Arabi e dove non esiste legname per costruire macchine d’assedio.

L’inizio non è dei migliori per i crociati che tentano due sortite con armi individuali impegnando la fanteria e la cavalleria è il 7 e 13 giugno 1099 d.c., in un caldo soffocante i crociati vengono respinti dagli assediati.

Le forze crociate contano diecimila fanti e milleduecentocinquanta cavalieri, mentre la guarnigione di presidio Musulmana conta ventimila fanti.

macchine d'assedioCome abbiamo visto la mancanza di legname precludeva la possibilità di costruire delle torri d’assedio e macchine da lancio, ma per fortuna dei crociati dal 17 giugno, dopo l’arrivo dei fratelli genovesi Primo e Guglielmo Embìaco, la situazione cambia.

I due fratelli sono degli abili costruttori di macchine da lancio e in mancanza di materia prima decidono di demolire le due galere che li hanno trasportati e usare il legname per la costruzione delle macchine. E’ la vera svolta dell’assedio.

Intanto i Musulmani, preoccupati dall’imminente ricorso alle macchine da guerra, tentano diverse sortire fuori dalle mura per impedirne la costruzione, ma dalla metà di luglio i crociati iniziarono a bombardare le mura della Città Santa con proiettili di ogni tipo, facendo uso anche del temibile fuoco greco.

mappa gerusalemmeNel mentre le torri d’assedio e i “gatti” (strutture in legno su ruote, dentro le quali i fanti avanzano protetti) vengono fatti scorrere sul fossato, prontamente riempito dagli assedianti, e quindi accostate alle mura cittadine.

I due più abili comandanti crociati Goffredo di Buglione e Raimondo di Tolosa decidono di compiere un attacco duplice, il primo attacca la Posterla di Santa Maria mentre il secondo attacca la porta di Monte Sion, questo attacco decisivo avviene alle prime luci dell’alba.

gerusalemmeGli Arabi sono letteralmente sopraffatti dal nemico che dilaga in città. E qui, purtroppo, si apre una delle pagine di buie del Cristianesimo; nonostante l’invito da parte di molti capi cristiani a limitarsi alla conquista della Città Santa, i crociati danno libero sfogo alla ferocia e si macchiano di gravi crimini contro la popolazione inerme. Arabi, Ebrei e appartenenti ad altre confessioni religiose vengono brutalmente trucidati. Si narra che nelle vie di Gerusalemme scorrevano fiumi di sangue.

Stati latiniDopo la caduta della Città Santa i crociati si ritagliano uno stato e posto come capo, per via delle sue abilità militari e della sua influenza politica, Goffredo di Buglione. Con questa mossa i crociati vennero meno al giuramento fatto all’imperatore Bizantino Alessio I Comneno, ossia la restituzione dei territori all’impero, dopo la loro riconquista. In questo modo vengono fondati gli Stati crociati che furono territori organizzati secondo lo schema feudale. Questo sgarbo diede inizio ad un periodo di alta tensione con l’impero Bizantino che sfociò, un secoli più tardi, nel saccheggio di Costantinopoli e nella fondazione dell’impero Latino.

Anche l’ordine religioso più conosciuto e controverso delle storia Cristiana ebbe inizio dopo la conquista di Gerusalemme del 1099 d.c., quello dell’Ordine dei Templari. Il compito dei Templari era quello di proteggere i pellegrini europei che, dopo la conquista della Città Santa, si incamminavano per visitare i luoghi Sacri in medioriente. Il doppio ruolo di monaci e combattenti, che contraddistinse l’Ordine templare negli anni della sua maturità, fu sempre fonte di perplessità in ambito cristiano.

In questo articolo abbia visto come una città, cara alle tre maggiori religione monoteiste, ha prodotto il desiderio da parte di un gruppo religioso piuttosto che un altro di averne il dominio totale. Ora a distanza di mille anni possiamo affermare che Gerusalemme è divenuta la città delle tre religioni e del cosmopolitismo.

Il prossimo mese di luglio tratteremo la presa di Costantinopoli del 1453, che sancì ufficialmente la fine dell’impero romano d’oriente, dopo millecento anni di storia. E l’arrivo in Europa dell’Isalm.

 Alessandro Cerioli

Advertisements