Ares si sta ridestando?

ImmagineStudio Tablinum: potrebbe divenire un grosso problema se il “Dio della guerra” si ridestasse prepotentemente. nel corso di questi decenni il Dio si è divertito a demandare il compito infausto alla sorella Eris, le molteplici guerre a livello regionale, in Africa in Sud America o nel piccolo – medio oriente sono si azioni violente, che il Dio ama, ma non abbastanza importanti per “sporcarsi le mani”. Però qualcosa sta evolvendo tragicamente in questa ore, in odore di guerra, il Dio si sta interessando all’evolversi della crisi coreana, dalla sua residenza in Tracia. In uno scacchiere internazionalmente complesso, fra nazioni che ambiscono a delle velleità superiori alle loro possibilità, Il Dio si prepara a scatenare i suoi figli, Deimos e Phobos, per far rivivere all’ uomo, miserabile, le stesse sofferenze del II° conflitto bellico mondiale. Ora la piccola e ininfluente Corea del Nord si è messa a fare la voce grossa, a voler mostrare i muscoli, rischiando di provocare la scintilla che potrebbe scatenare la III guerra mondiale, con l’aspetto più problematico, la bomba atomica. Riflettano questi leader, comprendano che andrà a discapito di tutti “il risveglio del Dio della Guerra”, precipitando il mondo in un’orrore senza fine.

“Attenzione uomini Ares è pronto per il risveglio…”

La riconoscenza non esiste più ? Ευγνωμοσύνης δεν υπάρχει πιά;

Dorè traditori articolo

Studio Tablinum: “…una volta un ladro entrava a casa di un’apicoltore, mentre l’apicoltore era assente, per rubarvi dei favi, l’apicoltore rientrato in seguito si accorse della sprovvista e si mise a controllare le cassette vuote. Nel mentre anche le api rientravano dai prati in fiore e trovato l’apicoltore, intento nel controllo, lo punsero ripetutamente. L’apicoltore dolorante si rivolse alle api “o tristi animali, lasciate scappare impunito il ladro dei vostri favi, ed io che curo il vostro alveare, ricevo un simile trattamento”… 

Studio Tablinum: “… mόλις ένας κλέφτης μπήκε στο σπίτι ενός μελισσοκόμου, και ο μελισσοκόμος ήταν απών, για να κλέψει το χτένες, ο μελισσοκόμος πίσω παρατηρήσει αργότερα τον προφυλακτήρα και άρχισε να ελέγχει τα άδεια κουτιά. Εν τω μεταξύ, επίσης, μέλισσες καλύπτονται από τα πεδία των λουλουδιών και βρήκε την «πρόθεση μελισσοκόμος σε έλεγχο, το τσιμπήσει επανειλημμένα. L ‘τον πόνο μελισσοκόμος στράφηκαν προς τις μέλισσες» ή λυπημένος ζώα, ας ο κλέφτης ξεφύγει ατιμώρητος χτένα σας, και εγώ που έχω αναλάβει τη φροντίδα του κυψέλη σας, έχω μια παρόμοια μεταχείριση”…

Ma quando si vedrà la luce ?

Studio Tablinum:  notizia di pochi giorni fa, La Città della Scienza va in fumo, un grande colpo per la città di Napoli, per i lavoratoti in essa impiegati, per i ragazzi che perdono un polo scientifico all’avanguardia ma, evidentemente, non per il Ministero dei Beni Culturali, nemmeno una lettera di denuncia da parte loro, nel disinteresse più totale. Poco alla volta, la Regione Campania, sta perdendo le sue “eccellenze”, giusto per citarne qualcuna: Pompei, il sito archeologico più visitato e “invidiato” al mondo, che in mani francesi chissà cosa potrebbe divenire, Ercolano, come sopra, la sua “fortuna” e quella di essere di medie dimensioni quindi meglio gestibile, ma per il resto lasciamo perdere e vogliamo parlare della Reggia di Carditello ? Uno scempio perpetrato da anni, senza che nessuno metta un freno a tutto questo. Ora è toccata alla Città della Scienza e, purtroppo, credo che episodi come questo ne vedremo ancora.