ArtAttitude: Collisioni

WhatsApp Image 2019-03-26 at 10.11.03

Tablinum: abbiamo scelto un titolo forte perla prossima mostra al Palazzo Reake di Genova, ossia: Collisioni. Questo perché le nostre artisti Pascale Margail, Sarah Aller e Giusi Lorelli, curate dalla storia dell’arte Elisa Larese, vogliono trasmettere una forte sensazione ai fruitori. L’arte esposta nelle sale di Palazzo Reale vuole sfidare gli spettatori ed essere veramente “Vista”, non solo “guardata”.

In un mondo dominato dalla sovraesposizione di immagini l’arte deve colpire lo spettatore, innescare quella scintilla che giace in lui assopita e ispirare, sempre ispirare. Collisioni è un temine che rievoca uno scontro da cui scaturisce energia, dove qualcosa che già consociamo finisce e si genera qualcosa di nuovo. Collidere può presupporre più che un’atto distruttivo, ma un momento di metamorfosi. Come la materia sottoposta a collisione si rigenera così anche la nostra forza interiore, una volta accettata la sfida che l’arte contemporanea le lancia è capace di distruggere tutte le sovrastrutture mentali e visive che la imprigionano e finalmente lasciare che la scintilla dello slancio creativo la pervada.

Nuovi mondi, nuovi stati d’animo, nuove soluzioni entrano in collisione con quelli vecchi e il nostro sguardo è pronto per un mondo nuovo. Le tre artiste di Collisioni partono dal mondo che tutti noi conosciamo per raccontarci storie e lanciare la loro sfida. Perché sfidare lo spettatore ad andare oltre ciò che vede, oltre ai propri preconcetti, è la loro missione.

Pascale Margail ci travolge con una vera e propria esplosione di colore , dove ogni sfumatura rappresenta un sentimento e ci invita a conoscere noi stessi, abbandonandoci al linguaggio del colore. Artista fortemente espressiva Margail ci restituisce dalle sue tele un mondo fatto di pura emozione dove non esistono differenziazioni e dove lo spettatore è messo di fronte al suo sé piè profondo. Nel 2015 le sue tele sono state selezionate per essere pubblicati nel “Primo libro d’arte Berliner 2016” e nella rivista quadrimestrale parigina “C de l’Art” (Set / Nov 2017). Pascale Margail è nel circuito di AKOUN.

L’arte dell’artista e fotografa genovese Giusi Lorelli, è una vera e propria sfida a dipanare tutti i gangli del nostro immaginario onirico per affrontare poi con uno nuovo sguardo consapevole la realtà che ci circonda. Le sue opere, visionarie e ineluttabilmente coinvolgenti sono un vorticoso concentrato di emozioni e citazioni che dalla vita quotidiana vanno ad attingere ai grandi capolavori della letteratura e dell’arte  camminando sull’impercettibile filo di una psicologia del doppio, dove proprio come in un sogno, nulla è ciò che potrebbe apparire al primo sguardo. Un’opera su tutte fra quelle che dalle sale di Palazzo Reale vi lanceranno il guanto di sfida?  Maria Mandinga.

Sarah Aller, artista newyorchese utilizza uno stile da street artist accostato a colori caldi e  stancils per creare un’arte che sembra divenire sinonimo della “daily life” dell’uomo contemporaneo. La tela diventa un substrato dove si affastellano le carte di giornali, i vecchi manifesti, come incrostazioni che celano un prezioso tesoro. Figure e paesaggi urbani emergono da questo collage e ci rendono impossibile non avventurarci in questo mondo dal sapore molto metropolitano alla ricerca di quella scintilla di bellezza che in essi si cela immancabilmente.

La mostra che aprirà al pubblico Sabato 4 Maggio, dalle ore 11.00 e chiuderà Domenica 19 Maggio 2019 alle ore 18.00, sarà caratterizzata dall’atteso appuntamento UNESCO dei Rolli Days di cui Palazzo Reale è uno dei protagonisti eccellenti.

La mostra sarà aperta dal 4 al 19 Maggio con i seguenti orari: LUN chiuso, MAR e VEN 09.00 – 14.00, MER – GIO – SAB – DOM 14.00-18.00

La mostra Collisioni nasce dal concept curatoriale di Tablinum Cultural Management, in collaborazione con il Museo di Palazzo Reale di Genova e si iscrive nell’ambito della rassegna annuale ArtAttitude ideata per Tablinum Cultural Management da Elisa Larese e Alessandro Cerioli.

SensArt: Arte a Palazzo. IIa Edizione

arte a Palazzo 2018

TablinumPalazzo Gallio a Gravedona ed Uniti (Como) apre le sue stanze all’arte contemporanea con la mostra internazionale “Arte a Palazzo. IIa Edizione“, promossa da Tablinum Cultural Management con il patrocinio del comune di Gravedona ed Uniti e della Comunità Montana Valli del Lario e del Ceresio.

La mostra avrà un suo Vernissage Sabato 9 Giugno, dalle ore 19.30, e rimarrà in essere sino a Domenica 24 Giugno 2018. Palazzo Gallio a Gravedona (Como) apre le sue stanze all’arte contemporanea con la mostra internazionale promossa da Tablinum Cultural Management con il patrocinio del comune di Gravedona ed Uniti e della Comunità Montana del Lario e del Ceresio che si terrà da sabato 9 Giugno a domenica 24 Giugno 2018.

“Arte a Palazzo. IIa Edizione” offrirà ai visitatori la possibilità di conoscere da vicino artisti del panorama internazionale in una location suggestiva e rinomata. Attraverso tecniche diverse, spunti creativi stimolanti e nuove visioni sul mondo e sulla persona la mostra riempirà le sale di una veste inedita. La seconda edizione di Arte a Palazzo attraversa le sale al piano terra di Palazzo Gallio con la suggestione dei racconti degli artisti che la occupano. Tre visioni, tre modi di intendere l’arte, tre diverse soluzioni per cercare una risposta attraverso la tela.

Dominique Joyeux, artista di respiro internazionale ma di natali francesi, propone le sue opere più caratteristiche dai colori vibranti e dagli spazi ben definiti. L’immaginario dello spettatore è mosso dalla sua continua ricerca luministica. Nel suo percorso a Palazzo Gallio, “Storie d’Acqua”, indaga questo elemento e lo fa pulsare con i riflessi d’acqua che il lago ci metterà a disposizione. Luogo dell’acqua e del suo toccare terra. Luogo del formarsi di un incontro descritto per millenni. Luogo di fascino, di sfumature e di accostamenti. Palazzo Gallio è lo spazio espositivo ideale per l’artista Dominique Joyeux che si diverte con i riflessi dell’acqua e li riporta sulla tela pittorica.

Giusi Lorelli attraverso la propria arte mette in scena storie di uomini e di sentimenti. La poetica dell’artista genovese racconta personaggi che sulla tela prendono vita e si fanno portavoce del loro racconto. In “Oltre la Maschera” ci mostra la sua raccolta di lavori dal 2014 a oggi che prendono il nome di Rivoluzionario passo zero: ogni elemento nelle sue opere è una fotografia realizzata dall’artista del mondo reale, non un set, non una finzione, non una maschera. Da lì, e solo dalla realtà, l’artista crea, ci mette le mani, fa nascere l’opera attraverso il magistrale uso della tavoletta grafica di Photoshop. Pronti a gettare la maschera e scoprire infine cosa si rivela dietro?

Stathis Theodoropoulos sublima il paesaggio in segno e colore attraverso visioni sfumate degli ambienti che sono entrati nel suo immaginario. L’artista greco carica oggetti e scenari di un’aria rarefatta e lontana dall’uomo che li ha realizzati. Per il percorso a Palazzo Gallio dal titolo “Paesaggio dopo l’Uomo” la metafisica di Stathis diventa ancora più silenziosa, ancora più asciutta, ancora più inquietante. E in questo gioco del silenzio, i colori caldi della Grecia, luogo di nascita e attività dell’artista, si confondono ai grigi dei muri e all’algidità delle forme. Distinguiamo un passaggio umano, ma le uniche figure umane che si intravedono sono dei manifesti, sono di cartone.

La mostra “Arte a Palazzo” nasce dal concept curatoriale di Tablinum Cultural Management e si iscrive nell’ambito della rassegna annuale SensArt 2018 ideata da Elisa Larese e Alessandro Cerioli, con la curatela di Elena Sabattini.

La mostra sarà aperta dal 9 Giugno al 24 Giugno con i seguenti orari:

LUN chiuso, MAR-VEN 15.00 – 20.00, SAB e DOM 11.00-20.00. Free entrance. 

Info

Tel: +39 3392181456

E-mail: info@studiotablinum.com

Sito: http://www.studiotablinum.com